— Maurizio Marrone

PDL

Google+LinkedInEmail
Continua

GRILLO SHOW CON PATROCINIO ABUSIVO PER SCONTO SU AFFISSIONI, MARRONE (FDI-AN): E QUESTI VORREBBERO GOVERNARE TORINO? SI DEDICHINO PIUTTOSTO AI RITI SQUALLIDI CON I LORO SANTONI!

<<Una furbata illecita per risparmiare abusivamente sui costi di affissione? Se davvero Beppe Grillo si è appropriato abusivamente del patrocinio del Comune di Torino per risparmiare a spese dei cittadini torinesi sulla sponsorizzazione del suo show ci troviamo davanti ad un fatto di una gravità politica inaudita, oltre che un illecito. E questi sarebbero i paladini della legalità che pretendono di governare la città di Torino?>> attacca Maurizio Marrone, Capogruppo di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale in Comune di Torino, che afferma:

<<Cosa ne pensano la candidata Sindaco Appendino e i Parlamentari e Consiglieri Regionali che hanno partecipato in prima fila, prestandosi alla vergognosa e offensiva caricatura della Comunione cristiana a base di grilli essiccati sostituiti alle ostie consacrate? Meglio per loro tornare ai riti squallidi con i loro santoni e guru, la politica e la pubblica amministrazione sono cose serie.

I cittadini devono sapere il livello dell’alternativa rappresentata dai grillini>>.

Google+LinkedInEmail
Continua

AUTORECUPERO CASE POPOLARI, FDI-AN: FOLLA AD ASSEMBLEA PER PARTECIPARE AL BANDO ATC, NECESSARIO SBLOCCARE TUTTI I 400 ALLOGGI DISPONIBILI! PETIZIONE

<<Nel primo giorno del bando Atc che sblocca i primi 40 alloggi popolari assegnabili con l’autorecupero abbiamo convocato una assemblea per assistere le famiglie in emergenza abitativa nella compilazione delle domande: ha risposto una folla che nemmeno la Sala Carpanini di Palazzo Civico riusciva a contenere, a dimostrazione della grande attesa delle migliaia di sfrattati torinesi per le case popolari sbloccate dalla legge che siamo riusciti ad approvare con tante battaglie e manifestazioni! Ma non basta>> spiegano Maurizio Marrone, Capogruppo FDI-AN in Comune di Torino, e Augusta Montaruli, Dirigente Nazionale FDI-AN, che annunciano:

<<Abbiamo avviato una petizione popolare che ieri ha già raccolto centinaia di firme per sbloccare tutte le 400 case popolari che a Torino potrebbero essere assegnate con l’autorecupero e per estendere il bando Atc: al momento possono partecipare solo le famiglie già in graduatoria definitiva, escludendo così quelle sfrattate in questo ultimo anno!

Per salvare i tanti Italiani in emergenza abitativa non servono chiacchiere e propaganda, bensì buon senso e concretezza: a Torino solo noi Fratelli d’Italia stiamo dimostrando di capirlo>>.

Google+LinkedInEmail
Continua

ATTENTATI BRUXELLES, MARRONE-MONTARULI (FDI-AN): JIHAD È ANCHE A TORINO, PER PROSELITISMO E RACCOLTA FONDI. PORTIAMO NOSTRO DOSSIER AD ANTITERRORISMO.

<<Il cordoglio per le vittime di questo ennesimo attentato terroristico nel cuore dell’Europa è doveroso, ma non sufficiente. La jihad islamica ha messo radici anche sotto la Mole: foto e documenti attestano che anche Torino è nelle mire del Califfato, quantomeno per la logistica, la raccolta fondi e il proselitismo. Porteremo tutto al pool antiterrorismo della Procura di Torino>> annunciano Maurizio Marrone, Capogruppo FDI-AN in Comune di Torino, e Augusta Montaruli, Dirigente Nazionale FDI-AN, che spiegano

<<L’anno scorso era stato ospitato a raccogliere fondi nella Moschea Taiba un imam giordano che dalle emittenti di Hamas inneggia al martirio kamikaze dei bambini, eppure i responsabili di quella stessa moschea non mancano a nessun appuntamento istituzionale, invitati addirittura ai momenti di cordoglio per le vittime degli attentati. Torino ed il Nord Ovest compaiono anche nel documento web diffuso dall’Isis “Black flags from Rome”, indicati come corridoio di infiltrazione jihadista in Italia dai paesi europei maggiormente islamizzati come la Francia, la Germania e l’Inghilterra per lucrare sul commercio di armi e droga grazie alla debolezza del Governo. In quello stesso documento sono contenute anche istruzioni per confezionare ordigni, persino autobomba.

Incredibile che le Autorità civili e militari non prendano sul serio simili episodi e minacce, limitandosi ad eventi commemorativi degli attentati che avvengono altrove, quando invece la politica dovrebbe assumersi la responsabilità di garantire la sicurezza nazionale dal terrorismo islamico ormai dilagante>>.

Google+LinkedInEmail
Continua

BOLKESTEIN, MARRONE-MONTARULI (FDI-AN): PIEMONTE PRIMA REGIONE ITALIANA A PROPORRE AL PARLAMENTO LEGGE PER SALVARE MERCATI RIONALI DALLA DIRETTIVA U.E.VITTORIA STORICA DI FDI CON CENTRODESTRA UNITO!

<<Mentre il centrodestra a Roma si attarda in manfrine di partito, a Torino vinciamo battaglie storiche, con il salvataggio di un intero tessuto commerciale composto da 1.112 mercati rionali piemontesi, quasi 4.000 partite iva familiari solo nel Capoluogo>> esultano Maurizio Marrone, Consigliere FDI-AN in Regione Piemonte, e Augusta Montaruli, Dirigente Nazionale FDI-AN, che spiegano <<Con la proposta di legge che abbiamo presentato insieme a Lega Nord e Forza Italia, approvata oggi in tempo record in Commissione legislativa, si muove il primo passo concreto verso l’esclusione del commercio ambulante dal decreto legislativo 26 marzo 2010 n. 59 che applica la direttiva Bolkestein in Italia.

Il nuovo regolamento regionale commercio confermava la messa all’asta dei posti all’aperto nei mercati rionali da parte dei comuni a partire dal 2017, come già deciso dalla Conferenza Stato – Regioni, con la certezza di vedere le migliaia di commercianti ambulanti attivi a Torino travolti dalla concorrenza sleale della grande distribuzione sulle offerte economiche: a quelle migliaia di commercianti ambulanti che hanno riempito le piazze in questi anni per protestare contro la direttiva Bolkestein, arrivando al gesto disperato di occupare la Stazione ferroviaria di Porta Susa, un centrodestra compatto e serio risponde con una prima vittoria storica, pur dall’opposizione, su iniziativa di noi Fratelli d’Italia.

Per la prima volta al Governo Renzi arriverà una proposta di salvataggio del commercio ambulante dalla Bolkestein firmato non da un gruppo di opposizione, ma da una Regione governata dal centrosinistra: non potranno dire di no senza perdere la faccia.Il prossimo passo sarà costituire un comitato per sollecitare il Parlamento all’approvazione in tempi rapidi della proposta approvata oggi, con il coinvolgimento di tutti i partiti e delle associazioni di commercianti ambulanti e di consumatori che avranno intenzione di aderire.

Se il tempo medio di approvazione delle leggi di iniziativa regionale alla Camera e al Senato è di 200 giorni circa, mentre le aste Bolkestein sui mercati rionali italiani partiranno nel 2017, allora partiremo con l’iniziativa di scrivere a tutti i parlamentari per approvare la proposta odierna entro il 2016!>>.

Google+LinkedInEmail
Continua