— Maurizio Marrone

PDL

BILANCIO COMUNE TORINO, MARRONE (FDI-AN): NO A TAGLI LINEARI, PRIMA DI COLPIRE I SERVIZI SONO TANTI I BARACCONI DEL CENTROSINISTRA ANCORA DA COLPIRE. SE BILANCIO SARÀ BLINDATO CONTRO EMENDAMENTI USCIREMO DALL’AULA

<<Tagli orizzontali per non incrinare gli equilibri di Giunta, bilancio blindato, Consiglio Comunale commissariato dalla Giunta, a sua volta commissariata dal Governo che taglia senza nemmeno annunciarlo e non offre certezze sui trasferimenti fino a fine esercizio: un disastro che non merita nemmeno ostruzionismo, perché si sta discutendo di nulla e il nulla non merita nessuna risposta>> accusa Maurizio Marrone, Capogruppo di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale in Comune di Torino, che annuncia <<Se il centrosinistra si ostinerà a tutelare i propri baracconi, quelli sì ampiamente tagliabili, lasciando in una accettabile sofferenza servizi essenziali come il welfare, allora l’unica reazione possibile alla negazione del confronto sarà abbandonare la Sala Rossa nel momento della votazione di un finto bilancio tecnico>>.

Google+LinkedInEmail
Continua

CDA EDISU, MARRONE (FDI-AN): SINISTRA PRENDE IN GIRO STUDENTI CON CONTENTINO ININFLUENTE, BOCCIATA PROPOSTA FUAN SU STUDENTI MAGGIORITARI IN CDA, PRESENTATA DA FDI-AN E VOTATA ANCHE DA M5S.

<<Imbarazzo palpabile del centrosinistra, costretto ad arroccarsi sul contentino ininfluente di uno studente non eletto dentro al cda dell’Ente per il diritto allo studio contro i tre nominati dalla Regione  più un docente: con il ddl presentato d’urgenza dall’Assessora Cerutti gli studenti conteranno meno di prima in EDISU>> accusa Maurizio Marrone, Capogruppo di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale in Regione Piemonte, che spiega <<La novità e’ che gli stessi collettivi studenteschi di sinistra chiedono, forse inconsapevolmente, un Comitato paritetico d’indirizzo dove i componenti eletti dagli studenti siano la metà del totale, 4 delegati  ciascuno da un Ateneo (Unito, Polito, Piemonte Orientale, istituti universitari privati) esattamente uguale a quello istituito da Cota che il centrosinistra ha abolito, cancellando l’elezione diretta da parte degli studenti, pari rappresentanza e dignità ai diversi Atenei piemontesi e attribuendo il peso di un misero quinto alla rappresentanza studentesca in cda, una presa in giro bella e buona.
Per questo motivo, da Relatore di minoranza al ddl, ho presentato emendamenti per accogliere le proposte elaborate dal FUAN – Azione Universitaria, audito a Palazzo Lascaris: inserire in cda EDISU 3 studenti eletti direttamente dagli iscritti ai tre principali Atenei piemontesi (Unito, Polito e Piemonte Orientale), lasciando alla Regione l’indicazione della Presidenza, siccome il diritto allo studio e’ finanziato in maggior parte dalle tasse pagate dagli studenti.
Proposta bocciata dal centrosinistra, ma votata dal M5S.
A fronte di una simile presa in giro condivido e appoggio la manifestazione di protesta improvvisata dagli studenti del FUAN – Azione Universitaria fuori dal Consiglio Regionale>> conclude Marrone.

Google+LinkedInEmail
Continua

DDL CASA, MARRONE (FDI-AN): “OTTENUTO IMPEGNO MAGGIORANZA SU AUTORECUPERO ENTRO 120 GIORNI.

“Nella seduta odierna del Consiglio regionale ho ottenuto l’impegno della maggioranza a trattare il tema dell’autorecupero, che diventerà realtà entro 120 giorni”. Così Maurizio Marrone, capogruppo di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale in Consiglio regionale del Piemonte, che spiega:  “Certamente la legge sulla casa 3/2010 è da rivedere, ma resta l’urgenza di trovare al più presto nuove case popolari per fronteggiare l’emergenziale domanda di assegnazioni, in assenza di risorse pubbliche per nuovi investimenti edilizi: la soluzione che oggi la maggioranza del Consiglio si impegna a prendere in considerazione parte da Fratelli d’Italia con l’autorecupero, in modo da poter assegnare l’enorme patrimonio immobiliare pubblico in stato di abbandono alle famiglie in emergenza abitativa interessate a restaurarlo con il proprio lavoro”.
“Auspico che tra 120 giorni si approvi un disegno di legge che parli di misure emergenziali,  perché siamo obbligati a rispettare i tempi della vita reale ed a dare una risposta ai cittadini che non hanno più tempo per poter aspettare” ha concluso Marrone.

Google+LinkedInEmail
Continua

BOOM CASSAINTEGRAZIONI, RECESSIONE MANIFATTURIERO E CALO EXPORT, MARRONE (FDI-AN): ECCO LA TORINO DI RENZI E FASSINO, CHIACCHIERE PROPAGANDISTICHE A PARTE, LA CAPITALE ITALIANA DEL DECLINO! ESIGIAMO VERIFICA DI MANDATO DELL’AMMINISTRAZIONE TORINESE FONDATA SUI DATI

<<Un Consiglio Comunale aperto agli amministratori comunali dell’Area metropolitana per fare il punto della situazione economica torinese alla luce dei dati drammatici emersi oggi !(record di domande per le cassaintegrazioni, recessione stabile del settore manifatturiero, calo delle esportazioni)>> questa la proposta di Maurizio Marrone, Capogruppo di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale in Comune di Torino e Regione Piemonte, che rincara la dose <<Questi dati drammatici, che spazzano via senza pietà le chiacchiere propagandistiche di Renzi e Fassino circa un ottimistico rilancio senza riscontro alcuno nella realtà, non provengono da fazioni politiche di opposizione ma il rapporto annuale UIL e la relazione previsionale dell’Unione Industriale e davanti alla crudezza di questa realtà impietosa non c’è tweet o selfie che tenga.
Se il centrosinistra prosegue nella irresponsabile negazione del profondo declino torinese si aspettino la più feroce opposizione, ma noi preferiremmo confrontarci sulle soluzioni ai problemi nei luoghi istituzionali appropriati, ma la condizione e’ che finisca qui la propaganda governativa e si riparta con umiltà nell’interesse del territorio e della sua economia in crisi>>.

Google+LinkedInEmail
Continua

RENZI A L’OREAL SETTIMO T.SE, MANIFESTAZIONE DI PROTESTA FRATELLI D’ITALIA, MARRONE (FDI-AN): RIDICOLA VETRINA, L’ECO-STABILIMENTO L’HA FINANZIATO GOVERNO REGIONALE DI CDX, DA RENZI SOLO CHIACCHIERE E TWITTER!

<<Il marketing tour del premier Matteo Renzi ha toccato lo stabilimento L’Oreal a emissioni zero: peccato che si sia dimenticato di dire che i finanziamenti per rendere la fabbrica ecosostenibile li ha messi il precedente Governo regionale di centrodestra con i fondi europei. E’ semplicemente ridicolo: solo chiacchiere e twitter, come recitava lo striscione delle decine di militanti settimesi di Fratelli d’Italia che questa mattina hanno manifestato davanti alla L’Oreal per protestare contro le prese in giro di Renzie>> attacca Maurizio Marrone, Capogruppo di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale in Regione Piemonte, che ha partecipato alla manifestazione insieme ad Antonella Rignanese di FDI-AN Settimo T.se.
<<Matteo Renzi e’ addirittura entrato dal retro della fabbrica come un ladro piuttosto che come un Presidente del Consiglio, si vede che non avrebbe gradito il selfie con i disoccupati, i disabili e gli sfrattati scesi in piazza con noi a contestarlo: e a loro e all’Italia che soffre la crisi che un vero premier dovrebbe far risposte concrete, altro che perdere tempo in giro per l’Italia come una rock star ad inaugurare cose realizzate da altri in una paradossale campagna elettorale lanciata dopo aver preso il potere>>.

Google+LinkedInEmail
Continua